Non rinunciare a sorridere. L’impianto dentale è la soluzione

L’impianto dentale ha sicuramente rivoluzionato il mondo dell’odontoiatria con una soluzione affidabile e duratura in grado di emulare perfettamente un dente naturale che ha eliminato il problema delle fastidiose e scomode dentiere o dei ponti dentali.

In tutto il mondo ormai l’impianto dentale rappresenta la prima scelta per milioni di pazienti. Il risultato è ottimale e difficilmente qualcuno rimane insoddisfatto.

Osteointegrazione di un impianto, cos’è?

Una volta che la vite di titanio, che è il “cuore” di un impianto, viene fissata all’interno dell’osso. Da questo momento è necessario che passino diversi mesi affinché si integri con il tessuto organico circostante (l’osteointegrazione). Durante questa fase è importante non sottoporre la parte inferiore della vite a continue sollecitazioni affinché il processo di guarigione possa andare a buon fine.

 

Impianto a carico ritardato

Si parla di impianti a “carico ritardato” quando sono necessari diversi mesi prima di poter procedere con la parte finale della terapia. Cosi facendo si prevengono possibili infezioni che potrebbero compromettere la riuscita della procedura.

Per l’arcata inferiore (mandibola) l’osteointegrazione richiede dai 3 ai 4 mesi. Per l’arcata superiore (mascella) sono necessario 5-6 mesi. trascorsi questi mesi è possibile procedere fissando il dente artificiale.

Per facilitare la masticazione del paziente verrà apposta sulla vite una protesi provvisoria la quale però non dovrà essere usata per la masticazione.

Impianto a carico immediato

L’impianto a “carico immediato” viene utilizzato proprio per far fronte a questa problematica soprattutto quando si tratta di intervenire in zona ad alto impatto estetico e visibili e a pazienti che presentano condizioni ossee e cliniche favorevoli.

la corona dentale provvisoria è installata nel giorno stesso dell’operazione permettendo così un istantaneo ripristino dell’estetica ideale.

 

Fai la tua domanda ai nostri esperti

 

 

 

 

 

 

Ti può interessare

Buonumore, tre consigli

Torna sorridere con l’apparecchio invisibile

Intervento di riabilitazione orale su paziente di 45 anni

Centro Studi Dental

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *